Mercoledi, 20 giugno 2018

Convenzione Gaslini-Tunisia per le cure cardiochirurgiche

2018-03-13T12:01:06+00:00

Per due giorni – lunedì 12 e martedì 13 marzo 2018 – una delegazione arrivata dalla Tunisia di esponenti del ministero della Salute di Tunisia, della Cassa Mutua Tunisina (CNAM), del ministero della Difesa nonché due Primari dell’Ospedale “La Rabta” di Tunisi, accolti e accompagnati dal Console di Tunisia a Genova Hamed Zekri, sono a Genova per incontrare in Regione Liguria la Vicepresidente e assessore alla Sanità Sonia Viale e per visitare il Gaslini e alcune unità operative dell’istituto pediatrico, con il supporto del suo direttore generale Paolo Petralia.

L’obiettivo della visita è una proposta di convenzione tra l’Istituto Gaslini e la Cassa Mutua tunisina – CNAM, volta a ospitare a Genova pazienti pediatrici tunisini che non possono essere curati nel loro Paese nonché a organizzare missioni formative in Italia e in Tunisia per i medici e infermieri del Paese nordafricano. “Questo è l’inizio di un percorso – ha sottolineato la vicepresidente Viale – per arrivare a un accordo di collaborazione tra la Tunisia e il nostro ospedale Gaslini, che si conferma sempre di più un’eccellenza pediatrica non solo ligure e italiana ma anche internazionale. Questo primo accordo sarà focalizzato in particolare sulla cardiochirurgia, per la cura dei piccoli pazienti provenienti dal Paese”.

Grazie alla convenzione, i bambini tunisini affetti da patologie non curabili in loco potranno infatti ricevere al Gaslini le cure cardiochirurgiche adeguate e avranno supporto e accoglienza per loro e per i loro familiari, grazie alla collaborazione con le associazioni che sostengono il Dipartimento Cardiovascolare dell’Istituto (Associazione Ana Moise Onlus, Associazione Piccoli Cuori, Associazione Silvia Procopio).