Lunedi, 21 gennaio 2019  

Shipping, Assagenti approfondisce gli sviluppi della Blockchain

Il prof. Ametrano: "Utile, ma non sarà una rivoluzione copernicana"
2018-11-21T16:24:10+00:00

La blockchain non rivoluzionerà l’industria dello shipping, ma potrà avere molte concrete applicazioni anche nell’ambito del settore logistico e dei trasporti marittimi. Di questo si è parlato in occasione del convegno ‘Shipping e Blockchain: applicazioni attuali e prospettive future’, organizzato a Genova dal Gruppo Giovani di Assagenti.

Dopo i saluti di Carolina Villa, presidente dei giovani agenti marittimi genovesi, e di Francesco Maresca, intervenuto in rappresentanza del Comune di Genova, “molto attento al tema della blockchain, specie in ambito portuale”, Ferdinando Ametrano, executive director del Digital Gold Institute e docente di “Bitcoin and Blockchain Technologies” al Politecnico di Milano e a all’Università di Milano-Bicocca, ha ripercorso le principali tappe che hanno portato alla nascita e alla diffusione di questa nuova tecnologia, indissolubilmente legata al bitcoin, la più nota e diffusa moneta virtuale, ma che può trovare diverse applicazioni anche al di fuori dell’ambito finanziario. Gli altri oratori del convegno, Richard Morton, Segretario generale della Ipcsa (International Port Community System Association), Igor Jakomin, CEO di CargoX e Vasiliy Kotylevskiy, fondatore e CEO Opensea.pro, hanno quindi illustrato una serie di attività e iniziative volte ad implementare la blockchain in ambito marittimo.