Sei consigli per invecchiare bene

di Eva Perasso

Alimentazione, movimento, ma anche socialità

Ci sono almeno sei regole per invecchiare bene. La prima è quella di... pensare positivo: secondo uno studio pubblicato sul Journal of the American Medical Association, dove si è visto che gli anziani che pensano all'età come a un mezzo per diventare più saggi e avere una maggior soddisfazione generale hanno oltre il 40% di probabilità in più di riprendersi da una disabilità rispetto invece a coloro che vedono la vecchiaia come un peso.

Seconda regola: fare esercizio fisico. Invecchiando la massa muscolare diminuisce rapidamente. In media la donna perde il 23 per cento di muscolatura fra i 30 e i 70 anni ma è possibile contrastare questo declino e allenarsi, anche fino ai 90 anni!

Terzo: stare con gli amici. Lo ha dimostrato una ricerca americana: le persone che hanno forti interazioni sociali hanno il doppio di probabilità in più di vivere più a lungo rispetto a quelle con un minor numero di legami, di parentela, amicizia, con i vicini di casa.

Quarto consiglio: sole sì, ma protetti. Attenzione al rischio di melanomi dato dalla alta esposizione solare senza proteggersi adeguatamente. Il sole fa bene, per ricevere la giusta dose di vitamina D, ma per invecchiare meno è necessario non esporsi in modo sconsiderato.

Quinta regola per invecchiare bene: dormire il giusto. Con il passare degli anni il riposo si fa difficile, eppure il sonno è fondamentale e chi dorme poco rischia maggiormente alcune patologie come il diabete, aumenta la fame, e soprattutto accelera il processo di invecchiamento del cervello.

Sesta regola, ma fondamentale: mangiare correttamente. Sì alla dieta mediterranea che aiuta a invecchiare meglio, tenendo a distanza infarto, ictus e morte prematura. Bene l'olio d'oliva e un giusto apporto di tutti i nutrienti, ricordandosi di stare lontani dai cibi industriali ed eccessivamente raffinati.