Sansa a Fuori Rotta: "Porteremo la sanità vicino ai cittadini"

di Antonella Ginocchio

Il candidato presidente della coalizione giallorossa: "La sanità in Liguria ora è il ritratto di un fallimento, noi cambieremo passo"

Nell'ultima puntata di Fuori Rotta, andata in onda venerdì 28 agosto, i dieci candidati alla presidenza della regione Liguria hanno risposto alle domande di Telenord sui temi più scottanti della campagna elettorale. Ferruccio Sansa, candidato per la coalizione "giallo rossa", quella che unisce il centrosinistra e Movimento 5 Stelle, inizia il suo intervento parlando di sanità

"La sanità occupa l'80% del bilancio di una regione: chi fa bene in questo settore è un buon governatore, chi fallisce non è stato è un buon governatore. Questo è il bilancio della giunta uscente: abbiamo un record di mortalità per Covid, a Genova non funziona la radioterapia, il Fellettino della Spezia è ancora un mucchio di sassi, a Cairo Montenotte e a Bordighera gli ospedale sono stati privatizzati e tanti liguri vanno in altre regioni per farsi curare. Questo è il ritratto di un fallimento", dichiara Sansa. "Noi abbiamo un'idea totalmente diversa di sanità: ci prenderemo cura delle persone portando la sanità vicino allecase con la telemedicina, la possibilità di avere visite giono e notte e case della salute in tutto il territorio". 

Anche nel tema delle infrastrutture, Sansa gidica negativamente l'operato della giunta uscente: "Parlano sempre di grandi opere, ma non ne hanno realizzata nessuna. Noi non siamo lo schiaramento del non fare, vogliamo fare le infrastrutture utili, non quelle che sono uno spreco di denaro. Importantissima anche la banda larga, per portare internet anche nelle località più sperdute".