Martedi, 21 maggio 2019  

Sampdoria, l’involuzione di Gabbiadini: dall’ottimo impatto iniziale, ai fischi del Ferraris

L'attaccante vive un momento complicato, con il Chievo una nuova occasione
2019-05-14T14:13:06+00:00

Gabbiadini se ci sei batti un colpo. Il primo bilancio dell’ex giocatore del Southampton a Genova non è del tutto positivo. Con la maglia blucerchiata l’attaccante ha messo a segno quattro reti e due assist. Dopo un buon impatto al momento del suo arrivo, e qualche settimana per adattarsi agli schemi di Marco Giampaolo, il rendimento di Gabbiadini è notevolmente calato. L’ultimo gol risale al 3 aprile nella sfida persa contro il Torino. Da lì in poi un minutaggio estremamente limitato per l’attaccante che sembra aver perso un po’ di fiducia. Di certo l’esplosione di Defrel nel finale di stagione non ha aiutato l’ex Southampton con le gerarchie che sembrano essersi ribaltate.

L’apice del suo periodo negativo è arrivato domenica. Gabbiadini è sceso in campo da titolare per un piccolo problema fisico accusato da Defrel nel riscaldamento. L’attaccante, però, non ha sfruttato l’occasione e contro l’Empoli si è rivelato uno dei peggiori in campo. La giornata si è conclusa con qualche fischio da parte dei tifosi al momento del suo cambio. Il pubblico si aspetta molto di più e attende di osservare nuovamente quell’attaccante che nella sua prima esperienza a Genova aveva impressionato. Anche la società guarda la situazione con attenzione, dopo aver effettuato un pesante investimento per l’attaccante. Al momento del suo arrivo la titolarità di Gabbiadini sembrava solo questione di tempo.

Marco Giampaolo, invece, non è ancora riuscito a valorizzare le sue caratteristiche. Il giocatore è apparso spesso avulso dal gioco e poco concentrato, elementi che hanno creato malumore anche tra il pubblico. Sono rimaste due sfide a Manolo per cambiare rotta e chissà che la nascita del figlio Nicolò non possa rappresentare la svolta. La nuova chance può arrivare domenica contro il Chievo, un’opportunità per ritrovare fiducia e gol. Una cosa è certa, con un investimento da 12 milioni Gabbiadini sarà uno dei punti fermi per la prossima stagione.

TELENORD