Mercoledi, 26 giugno 2019  

Pullman Atp: ogni giorno 30 multe a chi non paga il biglietto

Più controlli sulle corriere extraurbane: nei primi 5 mesi 4500 sanzioni. Nel 2018 erano state 9000
2019-06-12T14:25:17+00:00

Ogni giorno sui pullman della Atp, l’Azienda trasporti provinciali, che svolgono servizio extraurbano nella provincia di Genova vengono sanzionate 30 persone senza biglietto. Un numero di portoghesi aumentato in modo netto rispetto all’anno scorso visto che solo nei primi mesi del 2019 sono state elevate 4500 contravvenzioni, il che significa 900 multe al mese, molte di più rispetto all’ano scorso quando nell’intero anno erano state elevate 9 mila.

L’incremento di verbali è spiegato da Atp con l’aumento di servizi tesi al contrasto della piaga dei “portoghesi”.
“Sono state rafforzate le verifiche su tutte le linee. Ogni giorno in servizio ci sono almeno 3 squadre composte da tre o quattro controllori”.

Atp sta anche preparando una strategia per sanzionare chi non paga il biglietto nei mesi dell’estate quando il numero dei furbetti, con le compagnie di giovani che nei fine settimana della movida emigrano verso la riviera, aumenta in modo considerevole: i controllori opereranno insieme alla polizia municipale, la polizia di stato e la guardia di Finanza.

L’azienda di trasporto di Carasco ricorda che a bordo di tutti i 50 pullman acquistati dall’inizio dell’anno è stato omologato un sistema di controllo con un minimo di 5 telecamere di video sorveglianza per veicolo. Atp avverte che chi paga subito può cavarsela con  40 euro di sanzione, che diventano 60 euro oltre al prezzo del biglietto per chi paga entro 5 giorni e 105 euro per chi paga dal sesto al sessantesimo giorno. Trascorsi i 60 giorni la sanzione diventa di 280 euro oltre a spese ed interessi e viene attivata la riscossione forzosa tramite l’agenzia delle entrate e riscossione.

TELENORD