Lunedi, 21 gennaio 2019  

Porto Marghera, al via i progetti per la riconversione dell’area di crisi

Definite le modalità e i termini di presentazione delle domande
2019-01-11T19:07:50+00:00

Dopo l’Accordo di programma sottoscritto il 23 ottobre scorso tra il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, il ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, il presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico settentrionale, Pino Musolino, e altre istituzioni, è arrivata la pubblicazione della Circolare applicativa per la selezione delle iniziative imprenditoriali per la riconversione e riqualificazione dell’area di crisi industriale complessa di Venezia.

Il provvedimento definisce puntualmente le modalità e i termini di presentazione delle domande per le agevolazioni previste, dirette a sostenere la realizzazione di nuovi investimenti e nuove iniziative economiche nel territorio comunale, con particolare riferimento a Porto Marghera.
I progetti potranno essere presentati dal 15 febbraio al 15 aprile 2019 sul sito di Invitalia. Successivamente saranno valutati secondo i criteri indicati nell’avviso, che prevedono una premialità per i progetti con maggiore impatto positivo sul fronte occupazionale.

Nello specifico, il Governo ha assunto un impegno finanziario di 20 milioni di euro per sostenere la realizzazione di investimenti produttivi di dimensioni superiori a 1,5 milioni di euro. Le risorse ministeriali saranno integrate dai 6,7 milioni di euro messi a disposizione dalla Regione Veneto per interventi a sostegno dell’occupazione, della riqualificazione, e dell’adeguamento professionale dei lavoratori. Un importo complessivo di 26 milioni e mezzo che porterà sicuri benefici a tutto il territorio.

“La pubblicazione della circolare rappresenta un ulteriore passo in avanti per lo sviluppo dell’area veneziana – ha dichiarato l’assessore allo Sviluppo economico Simone Venturini – e un esempio positivo di collaborazione tra tutti i soggetti istituzionali coinvolti. La nostra Amministrazione ha sempre sostenuto la centralità di Porto Marghera per il rilancio economico dell’intera area metropolitiana e tutte le azioni messe in campo vanno proprio in questa direzione. Gli investitori e gli imprenditori sappiano che qui troveranno un Comune che sostiene e incoraggia i progetti di sviluppo in grado di creare nuovi posti di lavoro”.

Già a marzo 2018, in fase di call si era verificato a livello statistico e propedeutico un forte interesse ad investire in città con 59 progetti di sviluppo o riqualificazione per un valore di circa 600 milioni di euro e mille nuovi posti di lavoro. “Auspichiamo – ha concluso l’assessore Venturini – un interesse ancora superiore rispetto ad allora”.

TELENORD