Martedi, 20 agosto 2019  

Piano regionale per il caldo, identificati i pazienti fragili

I consigli del medico per contrastare le ondate di calore
2019-06-14T17:22:09+00:00

Età, assunzione di farmaci, ricoveri e accessi al pronto soccorso sono alcuni dei criteri che decretano se una persona è a rischio per la sua salute in caso di ondate di calore. Un algoritmo ha prodotto anche quest’anno l’elenco dei cittadini suscettibili agli effetti del caldo e in base ai parametri ve ne sarebbero nel nostro territorio regionale 1894 con rischio alto. Sono i dati del Piano caldo elaborato da una task force organizzata da A.Li.Sa: il piano regionale è pronto e si attiverà quando il bollettino meteo sarà rosso o arancione. Tra le misure previste dal piano vi sono la possibilità di attivare ricoveri temporanei nelle strutture socio sanitarie residenziali su segnalazione dei medici, ma anche l’attivazione di un’unità di valutazione geriatrica per le dimissioni protette dagli ospedali.

Per tutti, con l’arrivo del caldo valgono alcuni utili consigli comportamentali: evitare  di svolgere attività fisica nelle ore calde e per i più fragili di uscire dalle 11 alle 19, cercare zone ombreggiate e ventilate o ambienti chiusi climatizzati per alcune ore al giorno, bere molti liquidi evitando alcolici e bevande gassate, areare casa nelle ore notturne e ripararla dai raggi solari, fare pasti leggeri con pochi grassi, indossare tessuti non sintetici e colori chiari, soprattutto non modificare le terapie in corso senza prima aver consultato il medico.

TELENORD