Condividi:


Piaggio Aero, l'Aeronautica non vuole i droni: incontro urgente a Genova

di Fabio Canessa

Il Prefetto convoca i sindacati e le istituzioni nel pomeriggio dopo l'allarme in commissione

La prefetta di Genova Fiamma Spena ha convocato per le 16.30 una riunione "per esaminare la situazione di Piaggio Aerospace ed approfondire le correlate problematiche occupazionali". Lo si legge nella comunicazione inviata ai rappresentanti delle organizzazioni sindacali Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Uilm, oltre al presidente della Regione Liguria, al sindaco della città metropolitana e del comune di Genova, al prefetto di Savona.

I sindacati avevano chiesto un incontro urgente, dopo quanto emerso dall'audizione in commissione Difesa del generale Alberto Rosso, capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare, che ha negato interesse per i droni del gruppo di Villanova d'Albenga (Savona). Il rilancio di Piaggio Aero, sotto la guida del commissario straordinario Vincenzo Nicastro, sembrava invece affidato alla ripartenza delle commesse civili dell'executive P180 e allo sblocco dell'ordine per gli aerei a pilotaggio remoto.

Nell'incontro al Mise di fine febbraio il Governo aveva indicato di voler portare alle commissioni Difesa e Bilancio un finanziamento per 250 milioni per la certificazione e l'acquisto di quattro sistemi P1HH.