Condividi:


Parte a Genova il master per infermieri di famiglia e di comunità

di Eva Perasso

Da ottobre, progetto europeo. I primi entreranno in servizio nelle aree liguri interne

Da ottobre 2019 partirà in Liguria un nuovo master europeo di primo livello in Infermieristica di famiglia e di comunità, con lo scopo di sviluppare il profilo professionale dell’infermiere di famiglia e di comunità (IFeC). Cosa farà il nuovo infermiere? Sarà in grado, dinnanzi a una popolazione che invecchia sempre di più, di aiutare la famiglia e la comunità sulla prevenzione della fragilità, sull’assistenza sanitaria di base e sulla diagnosi precoce.  "L’infermiere di famiglia entra nelle case delle persone, valuta i bisogni e attiva le reti formali e informali, supporta e interagisce con il Medico di Medicina generale, collabora con i servizi sociali, si interfaccia con gli ospedali per i percorsi di dimissione protetta. La presa in carico delle persone diventa così un’iniziativa costante e continua nel tempo", spiega l'assessore regionale alla Sanità Sonia Viale. Gli infermieri svolgeranno la loro attività nelle aree interne della nostra regione, (Antola Tigullio - 4 unità, Beigua Sol – 4 unità, Valle Arroscia – 5 unità e Val di Vara).

Il master rappresenta il pilota italiano del progetto europeo denominato Enhance (EuropeaN curriculum for fAmily aNdCommunity nursE) i cui contenuti sono stati sviluppati, partendo da uno studio Delphi nazionale e internazionale condotto dal team infermieristico dell’Università degli Studi di Genova, che punterà allo sviluppo di competenze avanzate degli infermieri nell’ambito dell’assistenza di base. Alisa è tra i partner italiani, insieme all’Università di Genova e a SI4Life (Consorzio di ricerca e innovazione Area Scienze della Vita) del progetto ENhANCE (EuropeaN curriculum for fAmily aNdCommunity nursE), coordinatore del progetto è invece ITD-CNR  Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto per le Tecnologie Didattiche.

A chi è destinato? I destinatari del master dovranno essere infermieri motivati, che intendano intraprendere il percorso formativo e che accettino di lavorare in zone distanti dal centro, per quanto riguarda la prima Area Interna ligure attivata, Antola Tigullio, per Asl 3 il punto di partenza è Torriglia mentre per Asl 4 si tratta di Ne, stesso discorso vale per le altre aree interne. I futuri infermieri di famiglia dell’Area Antola Tigullio sono stati individuati e hanno iniziato la loro attività, in attesa che giunga a termine il percorso formativo saranno affiancati e supervisionati sul campo da una Senior Nurse (Ifec), che si è formata e ha sperimentato l’infermieristica di famiglia in Alta Val Trebbia per il progetto europeo CoNSENSo.

https://telenord.it/wp-content/uploads/2019/07/IMG_2260-1024x768.jpg