Tags:

rixi Santa Margherita porto

Mareggiata, in arrivo 15 milioni per Santa Margherita Ligure

di Fabio Canessa

L'annuncio del viceministro Rixi, serviranno per mettere in sicurezza il porto

Mareggiata, in arrivo 15 milioni per Santa Margherita Ligure

Dopo la mareggiata sono in arrivo a Santa Margherita Ligure 15 milioni di euro in due anni per la messa in sicurezza del porto cittadino, struttura pubblica gravemente danneggiata dalle onde del 29 ottobre scorso. I lavori inizieranno verosimilmente a settembre e termineranno a fine primavera del 2020. Attualmente lo scalo è stato sistemato e lo si sta attrezzando per l'imminente stagione ma ha bisogno di importanti interventi strutturali e di difesa.

L'annuncio è arrivato al termine di un summit nel comune della cittadina del Tigullio a cui hanno partecipato il viceministro alle Infrastrutture e Trasporti Edoardo Rixi, il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, l'asssessore alla Protezione Civile di Regione Liguria Giacomo Giampedrone, il sindaco di Santa Margherita Ligure Paolo Donadoni, l'ammiraglio Nicola Carlone, direttore Marittimo della Liguria, il comandante del Circomare di Santa Margherita Ligure Antonello Piras, il provveditore Roberto Ferrazza e i tecnici dei vari enti coinvolti.

"Abbiamo reperito i fondi che arrivano in parte dagli stanziamenti effettuati dal governo a seguito dell'emergenza e in parte da nuove risorse ministeriali di circa 3 milioni di euro - precisa il viceministro Rixi -. A questi si aggiungono gli interventi per 600 mila euro già effettuati dal Provveditorato per il ripristino della spaccatura della diga. L'impegno del Comune di Santa Margherita Ligure insieme a noi e a Regione Liguria ha permesso di raggiungere in tempi brevi un risultato fondamentale per la città".

Conclude il Sindaco di Santa Margherita Ligure Paolo Donadoni: "Si tratta di un progetto calibrato su un evento atmosferico di pari intensità rispetto alla mareggiata del 29 ottobre, che sarà sottoposto alla conferenza dei servizi. La settimana prossima firmeremo una convenzione tra Regione, Provveditorato e Comune con cui si nominerà il comune ente attuatore, pertanto con un ruolo strategico di coordinamento dell'intervento. Contestualmente il presidente Toti firmerà il decreto attuativo e partiremo con i lavori a settembre. Ringrazio tutti gli enti coinvolti per l'attenzione rivolta alla nostra cittadina e al lavoro che tutti insieme siamo riusciti a fare per la nostra comunità".