L'addio ad Andrea Corsini morto per coraggio, ora è caccia al ladro di Rivarolo

di Fabio Canessa

Il 25enne ha perso la vita per sventare un furto, sui social decine di messaggi d'affetto

L'addio ad Andrea Corsini morto per coraggio, ora è caccia al ladro di Rivarolo

È ancora caccia al ladro coinvolto nella morte di Andrea Corsini, il meccanico di 25 anni che ha perso la vita a Rivarolo nel tentativo di sventare un furto nel negozio 'Scarpe&Scarpe', vicino all'officina dove lavorava.

Una scena straziante, sotto gli occhi del padre Mirco, anche lui meccanico: due commessi che escono urlando "Al ladro! Al ladro!", il giovane che capisce al volo cosa sta accadendo, inforca in fretta e furia la sua moto da trial, si dimentica di mettere il casco e dopo appena 50 metri si schianta contro un blocco di cemento sul marciapiede. Morirà dopo pochi minuti.

Gli agenti della squadra mobile stanno visionando tutte le telecamere di sorveglianza per risalire all'identità del ladro. Il primo identikit corrisponde a un ragazzo di carnagione chiara, che indossava uno zaino e un berretto, fuggito di corsa per le strade di Rivarolo con la complicità del tremendo schianto che ha attirato l'attenzione su Corsini. Nel frattempo la sezione infortunistica della municipale lavora per ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente.

Andrea abitava in salita dell'Orso, a Marassi, ma da qualche tempo si era trasferito vicino al santuario della Guardia. Sui social sono tanti i messaggi di affetto e cordoglio. "Sei un angelo", "Addio eroe", alcuni dei commenti sotto le sue foto da parte di amici ma anche sconosciuti.

<iframe src="https://www.facebook.com/plugins/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fandrea.corsini3%2Fposts%2F10219570614318262&width=500" width="500" height="501" style="border:none;overflow:hidden" scrolling="no" frameborder="0" allowTransparency="true" allow="encrypted-media"></iframe>