Tags:

l'evento

Condividi:


BiLog al via: nel 2021 La Spezia entrerà nel corridoio Mediterraneo

di Redazione

Roncallo (AdSP Mar Ligure Orientale): "Occasione per ragionare su connettività, tecnologie, sostenibilità"

I 450 iscritti a BILOG, realizzata dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale con il supporto organizzativo della Camera di Commercio Riviere di Liguria, Blue Hub, Circle e la collaborazione del comune di Piacenza, hanno assistito oggi all’inaugurazione (cui erano presenti il Presidente dell’AdSP Carla Roncallo; il Sindaco della Spezia, Pierluigi Peracchini; il sindaco di Piacenza, Patrizia Barbieri; il Presidente della Liguria, Giovanni Toti; il VicePresidente della Camera di Commercio Riviere di Liguria, Davide Mazzola) e alle sette sessioni in programma, tra cui quella dedicata al futuro del settore marittimo e navale nel 2030, moderata da Umberto Masucci, International Propeller Club, con la partecipazione, tra gli altri di Daniele Rossi , Presidente Assoporti; quella incentrata sui cyber rischi e la sicurezza informatica; la conferenza WestMed sulla Crescita Blu – DG MARE”, moderata da Laura Parducci, Blue Hub; “L’ultimo miglio ferroviario e la e-logistica”, moderato da Federica Montaresi, AdSP. Alexio Picco di Circle ha moderato la sessione sulle reti Ten-t e le opportunità offerte dal Cef2.

Iveta Radičová, coordinatrice UE per il Corridoio Mediterraneo, ha dato stamani un annuncio importante: “Nel 2021 – ha detto - , il mio corridoio sarà il vostro”. Ciò significa che La Spezia e il suo porto entreranno nel Corridoio Mediterraneo (Est-Ovets) a pieno titolo, con le conseguenti maggiori opportunità di finanziamento, e il raddoppio della connettività dello scalo che già insiste su un'ulteriore direttrice, quella del Corridoio Scandinavia-Mediterraneo (Nord-Sud).
L’evento è partito dal dialogo tra due territori che, come dice Carla Roncallo: “Possiedono forti connessioni. Partendo da questo presupposto abbiamo provato a ragionare più in grande e ci siamo riusciti, facendo di questa realtà locale un punto di partenza per ampliare i ragionamenti a livello nazionale ed europeo sui temi che ci interessano e sui quali dobbiamo confrontarci”.
Una importante collaborazione sollecitata anche dal Sindaco di Piacenza che ha sottolineato come il dialogo tra territori rappresenti la strategia vincente :“La nostra regione ha porti strategici ma è indubbio che è fondamentale lavorare anche con i porti liguri come quello della Spezia, naturale sbocco a mare del nostro territorio che vanta 11.000 addetti nella logistica, comparto che genera un fatturato di oltre un miliardo di euro”. 


Il contesto e la presenza del Presidente Toti hanno offerto l’occasione per riparlare del raddoppio della linea Pontremolese, infrastruttura fondamentale che non può più attendere. Lo ha ribadito anche il sindaco Peracchini che ha lanciato da Bilog, un appello a tutte le istituzioni e alla politica perché non si perda più tempo. “E’ arrivato il momento delle risposte, e di un cambiamento di come è interpretato il futuro: non è più possibile una politica legata al minuto, ci vuole il coraggio di dare una prospettiva di grande respiro”.
“La presenza dei principali attori industriali del settore, tutte le autorità, i patrocini del MISe, del MIt e del Parlamento UE ci dicono che abbiamo percorso la direzione giusta, portando La Spezia, il nostro Porto,  le nostre imprese e le infrastrutture del territorio  al centro di un dibattito Europeo ed internazionale”. 
”Lo stato della logistica in Liguria, è buono perché continua a crescere. Quest’anno abbiamo segnato record quanto riguarda il traffico di contenitori, crescono le autostrade del mare  e i traghetti che trasportano semirimorchi, crescono i traghetti passeggeri e le crociere in tutti e tre i nostri principali scali - ha detto Toti - .  A questo punto serve un contraltare di infrastrutture terrestri e ferroviarie su cui aspettiamo ancora risposte convincenti dal governo, per non fare affondare la crescita dei nostri porti. E, tra le opere necessarie, c’è anche il raddoppio della Pontremolese”.


Domani, a partire dalle ore 9, altre cinque sessioni, la prima delle quali dedicata interamente al Sistema La Spezia e al ruolo del retroporto di Santo Stefano. I relatori, moderati da Anna Pucci capo servizio de La Nazione, sono Pablo Hoya, Zaldesa e Europlatform ed i rappresentanti degli operatori locali tra cui Alessandro Laghezza,; Giorgio Bucchioni,; Andrea Fontana; Giovanni Cassone, Agenzia delle Dogane; Carla Roncallo, Presidente dell'AdSP; Paola Sisti, Sindaco di Santo Stefano.
Tutta dedicata  a “La Logistica più sostenibile con BioLNG”, a cura di SoS Log con Daniele Testi, Presidente SOS-LOGistica; Renzo Provedel di SOS LOG; Dario Cingolani di LC3; Ugo Peruch di Mutti; Gabriele Marin di Air Liquide Biometano; Massimo Santori di IVECO; Sergio Renato Caimi di Dentro il Sole. ATENA organizza un panel dal titolo “Dalle navi intelligenti alle navi autonome” con Vincenzo Galati di Carnival Corporation; Matteo Masi di Wärtsilä, Giorgio Barbini di ABS; Alessandro Concialini di SeaSistema.
A seguire la Tavola Rotonda:  “Il porto connesso e la sua logistica”, moderata da Richard Morton, International Port Community Systems Association; Hans Rook; Peter Brasselers ; Fabrizio Perrone di Logistica Digitale; Marco Marsili di DG TAXUD; Mikael Lind; Sephanie Kleine; Vladimiro Durante. Ultima sessione, moderata da Alberto Quarati, The Medi Telegraph , quella dedicata a “Il Porto del Futuro” con Beatrice D’Auria; Roberto Cinquegrani, M.R.G. Consulting; Leonidas Pitsikas,  PEOPLE TSolutions; Domenico Lattuca, CNIT.

Le sessioni sono parte in lingua italiana e parte in lingua inglese con servizio di traduzione simultanea a disposizione dei partecipanti .

Tags:

l'evento

Condividi: