Mercoledi, 26 giugno 2019  

Gomito del tennista e non solo: quando è necessaria la chirurgia

Un'articolazione complessa che soffre di diverse patologie. Intervista all'ortopedico Maurizio Rubino
2019-06-11T11:10:25+00:00

Il gomito è un’articolazione complessa, sono in realtà tre articolazioni che devono interagire perfettamente per garantire il suo corretto funzionamento. Può andare incontro a vari tipi di sofferenza, di tipo tendineo come quello che comunemente è chiamato gomito del tennista o epicondilite. Poi c’è la patologia di tipo scheletrico e legamentoso post traumatico e ancora, a parte e più rara, la patologia artrosica che può essere secondaria a eventi traumatici mal gestiti nella fase post trauma e una parte di neuropatia, sofferenza del nervo ulnare, con fenomeni di tipo compressivo che portano a deficit funzionali alla mano.

Nell’intervista a Maurizio Rubino, specialista in ortopedia e chirurgia della mano, responsabile di chirurgia dell’arto superiore presso l’istituto ortopedico Galeazzi di Milano, abbiamo parlato dei trattamenti chirurgici e conservativi a seconda delle varie patologie che colpiscono il gomito.

TELENORD