Mercoledi, 20 giugno 2018

In mille hanno detto addio a Rosy Guarnieri

2018-03-13T15:21:45+00:00

Oltre mille persone hanno dato oggi l’ultimo saluto a Rosy Guarnieri, l’ex sindaco di Albenga (Savona) morta domenica per un male incurabile a pochi giorni dalla sua elezione a parlamentare nelle file della Lega. Questa mattina si sono svolti i funerali nella parrocchia della SS.Annunziata di Bastia d’Albenga, alla presenza di molti amministratori regionali e provinciali e sindaci del comprensorio. Tra i presenti, oltre al presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, all’assessore regionale Edoardo Rixi e al successore Giorgio Cangiano, anche il primo cittadino di Villalba (Caltanissetta) venuto appositamente dalla Sicilia. Alle esequie il marito di Guarnieri, Franco Vairo, e le due figlie Micaela e Tatiana. Un lungo applauso ha accompagnato l’uscita della bara, un momento emozionante al punto da provocare uno svenimento al sindaco di Garlenda Silvia Pittoli. “Avete circondato Rosy con le vostre attenzioni – ha detto nell’omelia il parroco – non l’avete mai lasciata sola e l’avete distratta dalla sua malattia. Rosy è morta sul cuscino dell’affetto dei vostri cuori. Alla fine è arrivato anche il titolo di onorevole, ma lei ha vissuto in modo onorevole tutta la sua vita”. “Rosy non ha mai cercato la strada più semplice e ha sempre difeso i suoi ideali, le sue idee e il suo territorio anche dentro il movimento – ha detto Rixi – Quando le abbiamo chiesto di candidarsi alle politiche era già malata, ma ha accettato e siamo stati orgogliosi e fieri della sua vittoria. Io tra poco sarò padre e il più grande rammarico è che mio figlio non la conoscerà. Aveva un coraggio che non era secondo a nessuno e spero un giorno di arrivare anche io ad avere quel coraggio con cui lei ha affrontato tutta la vita”.