"Case, vicoli e palazzi": la 15esima edizione del Festival dell’Eccellenza al Femminile

di Giulia Cassini

Il punto fondamentale delle riflessioni è “Il Corpo delle Donne. Pesi e misure”

Da domenica 17 a lunedì 25 novembre torna in città il Festival dell’Eccellenza al Femminile tra il Palazzo Cattaneo della Volta, il Palazzo della Borsa, il Museo Diocesano, la Domus Pinelli, il Palazzo Tobia Pallavicino, il Teatro di Strada Nuova, l’Auditorium San Francesco di Chiavari e il Palazzo dell’Università di Genova. “Case Vicoli e Palazzi”, giustappunto, è il titolo della nuova rassegna teatrale itinerante che quest’anno sarà il fulcro del progetto.

Ideato e diretto da Consuelo Barilari, dedica la sua 15esima edizione al corpo delle donne tramite il punto di vista scientifico ed eterogeneo di artisti, giornalisti, esperti e opinion leader con spettacoli, incontri, mostre e dibattiti legati alle scottanti questioni sollevate dall’argomento. Centro dell’analisi l’influenza che società, economia, arte, storia, politica e sport hanno esercitato sulla concezione e sulla condizione del corpo nelle diverse epoche.Si seguiranno tracce narrative diverse - spiega Barilari - in cui il corpo può, di volta in volta, essere protagonista, oggetto o punto di osservazione, capace di ribaltare il significato, il peso e la misura dei principi fondamentali che muovono l’umanità. Stiamo anche cercando di realizzare diverse riflessioni sulla questione delle donne curde, di estrema attualità”.

Cinque le sezioni tematiche che si dipaneranno nei sette spettacoli in rassegna: il corpo del naufragio, il corpo del martirio, il corpo nell’arte, il corpo in affitto e il corpo nello sport. Tra i grandi nomi della rassegna il 17 novembre Lina Prosa con “Lampadusa Beach”,unica autrice e regista italiana ad essere rappresentata dalla Comèdie-Française e insignita del titolo di cavaliere dell'Ordine delle Arti e delle Lettere di Francia, poi si vedrà in scena la Giovanna D’Arco di Maria Luisa Spaziani, interpretata da Gaia Aprea (18 novembre), e Caterina, Artemisia e… le altre di e con Laura Curino (23 novembre a Chiavari e il giorno seguente a Genova), dedicato alla leggendaria Santa Caterina d’Alessandria, nato da un progetto di scrittura collettiva con la guida di Patrizia Monaco e la supervisione della regista Consuelo Barilari.

Continuando con gli spettacoli ci saranno Vivian Maier - autoritratti di una sconosciuta, di (e con) Patrizia Ercole e con Silvestra Sbarbaro. Poi Narcissus, in omaggio al leggendario film del 1971 “Pink Narcissus”. Tra gli autori, drammaturghi italiani quali Gian Maria Cervo, e tra i big del teatro contemporaneo Michel Marc Bouchard. Si proseguirà il 20 novembre con “Il racconto dell’ancella” l’adattamento teatrale (realizzato con la consulenza letteraria di Loredana Lipperini e quella artistica di Laura Palmieri per la regia di Graziano Piazza) incentrato sui problemi dell’avvenire e della maternità e poi il 21 novembre sarà la volta dell’evento realizzato in sinergia con il Comitato Paraolimpico Liguria: il corpo oltre gli ostacoli, ospiti d’onore artisti e sportivi diversamente abili.

Tutte le iniziative saranno gratuite tranne 6 spettacoli, 6 aperitivi tematici e la partecipazione alle cene del Festival. Una card è disponibile a 30 euro con l’ingresso a tutti gli spettacoli del Festival. Biglietti 12 euro, ridotto 5 euro (Under 26, Over 65, CRAL e Associazioni Convenzionate, Università, Gruppi Scuola). Informazioni al numero 010 6048277 oppure online