Mercoledi, 20 giugno 2018

In Europa si continua a morire di morbillo. Liguria tra le più colpite

2018-03-14T11:05:42+00:00

Di morbillo si continua a morire: a gennaio in Italia ci sono stati due decessi (una persona di 41 e un a di 38 anni) e i casi rilevati sono stati 164: di questi, l’83 per cento non era vaccinato. Dall’Italia al resto d’Europa la situazione non cambia. Il Sistema europeo di sorveglianza ha registrato nell’ultimo anno (tra febbraio 2017 e fine gennaio 2018) 14.732 casi di morbillo in 30 Paesi europei, e il consueto rapporto di monitoraggio del morbillo e della rosolia dell’Ecdc (Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie) ha rilevato come i casi maggiori fossero in Romania (5.224), Italia (4.978, il 34% dei casi europei), Grecia (1.398) e Germania (906).

Non si tratta solo di morbillo ma delle complicanze che questa patologia comporta: oltre la metà dei pazienti affetti da morbillo hanno infatti affrontato un ricovero, alcuni per polmonite. Quali le Regioni con la maggior incidenza? Sicilia, Lazio, Calabria e la nostra Liguria, dove i casi sono stati 13. Sei i decessi italiani dell’ultimo anno, 3 bambini sotto i 10 anni di età e 3 persone adulte, tra cui nessuno era vaccinato, anche se erano sempre presenti altre malattie.