Condividi:


Carige, la Consob chiede chiarimenti ma i commissari confermano il piano

di Pietro Roth

"Una manovra che rappresenta elemento fondamentale per la continuità aziendale"

Alla luce dei fatti e dell'andamento gestionale successivi al 30 giugno, data di chiusura della semestrale, i Commissari straordinari di Carige "confermano la congruità della manovra di Rafforzamento Patrimoniale" da 900 milioni di euro necessaria a mettere in sicurezza Carige. E' quanto si legge in una delle risposte date a Consob, che ha chiesto all'istituto ligure una serie di chiarimenti sul piano di salvataggio, in vista dell'assemblea di Carige. "Tale manovra di Rafforzamento Patrimoniale, di cui ad oggi si conferma il contenuto, rappresenta elemento fondamentale della valutazione dei Commissari in merito all'esistenza del presupposto della continuità aziendale, presupposto alla base della redazione della Situazione economico patrimoniale al 30 giugno 2019". Successivamente a tale data "non sono pertanto emersi nuovi elementi, in particolar modo con riferimento alle previsioni sull'andamento della gestione, in grado di alterare le valutazioni di congruità della manovra di Rafforzamento Patrimoniale alla base del Piano Strategico".

Condividi: