Venerdi, 20 settembre 2019  

Annual meeting Assarmatori, lo speciale di Transport

Gli interventi e le relazioni salienti dall'incontro di Roma
2019-07-17T18:49:02+00:00

Via della Seta, politiche marittime, elettrificazione dei porti, legislazione in materia di shipping, futuri assetti dell’associazionismo armatoriale. Nel primo annual meeting di Assarmatori, andato in scena martedì 16 luglio al Parco dei Principi di Roma e chiuso dall’intervento del ministro dei Trasporti Danilo Toninelli si è parlato di questo e di molto altro. Ma soprattutto è stato un grido di richiesta di attenzione da parte di un pezzo rilevante, rilevantissimo dell’economia italiana, e lo testimoniano i numeri citati dal presidente Stefano Messina nella sua relazione introduttiva: l’economia marittima contribuisce per il 3% al Pil nazionale, occupa 880.000 addetti diretto generando un valore aggiunto di 45 miliardi di euro e ha un indotto che raggiunge i 130 miliardi di euro. Ben maggiore, per dirla proprio con Messina, dei 93 miliardi di indotto dell’industria automotive, che è considerata una delle principali manifatture nazionali. E allora ecco le richieste e i suggerimenti per lo stesso Toninelli, che secondo il numero uno dell’associazione sono state raccolte, e una dichiarazione forte, come in certi momenti può servire: le politiche marittime e del mediterraneo sono il più grande fallimento dell’Unione Europea.

TELENORD