112, il numero amico dei bambini

di Eva Perasso

Giovedì 9 maggio una festa per far conoscere ai piccoli la sua importanza

Una giornata in piazza nel giorno della Festa dell’Europa per far conoscere ai più piccoli l’importanza del Numero Unico Europeo 1.1.2. È l’iniziativa “Nue 112, numero amico dei bambini”, organizzata da Unicef insieme a Regione Liguria - con il coinvolgimento di Asl, consultori e dei Garanti dell’Infanzia e dell’adolescenza di Regione e Comune di Genova - e in programma giovedì 9 maggio dalle 9.30 in largo Pertini, dove saranno presenti postazioni del Numero Unico Europeo per le emergenze, dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia di Stato, dei Vigili del Fuoco, dei Radioamatori genovesi, con l’apertura dello sportello del Centro Europe Direct del Comune di Genova, pronte ad accogliere gli studenti delle classi genovesi che potranno rivolgere domande agli operatori, scoprendo come funzionano il Numero Unico Europeo per le emergenze, la Centrale Unica di Risposta (Cur) e lo smistamento delle chiamate all’autorità competente a seconda della situazione in atto.

Grazie alla collaborazione avviata tra la Centrale Unica di Risposta dell’Ospedale Policlinico San Martino e Unicef, nel 2018 sono stati circa un migliaio i bambini formati/ informati all’interno della Cur o direttamente negli istituti scolastici con l’obiettivo di favorire negli studenti la conoscenza delle corrette modalità di interazione con i servizi che gestiscono l’emergenza sanitaria e stimolare una migliore consapevolezza del loro utilizzo in caso di bisogno, promuovendo la cultura dell’emergenza nelle giovani generazioni, considerando che ciascuno può diventare nel corso della propria vita un “soccorritore occasionale”.

È stato realizzato anche un cartone animato, autoprodotto dal personale della Centrale Unica di risposta e rivolto ai bambini delle scuole primarie in particolare tra gli 8 e 10 anni per far loro capire l’importanza della Carta dei diritti dei bambini, così come sancito dall’Unicef, evidenziando inoltre il diritto dei bambini, anche in assenza di un adulto, di chiamare il Nue 112.