La storia

Telenord: la sfida quotidiana dell’informazione

Un’emittente dinamica, moderna che guarda al futuro e punta sulla qualità dei suoi programmi, curati da giornalisti competenti, esperti, fra i migliori in circolazione.
Una squadra, quella voluta dall’editore, Massimiliano Monti, motivata e talentuosa che sta portando l’emittente  verso nuovi traguardi.
Ma questo è oggi.
Guardando indietro, si intuisce la sfida quotidiana intrapresa allora.
La storia di Telenord è il racconto di un progetto voluto da Alberto Monti, che nel lontano 1977, a Serra Riccò, inizia a trasmettere con il marchio TN4.
Siamo agli albori dell’emittenza privata e nel piccolo comune dell’hinterland di Genova, Monti ha già le idee chiare.
L’anno successivo trasferisce la sede della tv in studi più grandi e confortevoli, migliorando il segnale e dotandosi di 140 postazioni: da Montecarlo a Livorno è possibile sintonizzarsi e vedere gratis programmi popolari e di intrattenimento con attori e presentatori di primo piano del mondo dello spettacolo.
L’idea vincente è chiamare personaggi famosi e dare loro la possibilità di condurre una trasmissione liberamente. Carlo Pistarino, Carmen Russo, Gianni Barabino, Orlando Portento, Rocco Agostino e Bruno Arcari sono fra i primi a credere nel progetto di Monti.
Il successo arriva puntuale e Monti, imprenditore concreto e con i piedi per terra, capisce che per crescere e migliorare bisogna innovare ancora.
Nasce così la decisione di dare spazio alle prime televendite con il programma “Gran Bazar”, dove la qualità e la serietà delle aziende che si propongono al pubblico, sono elementi fondamentali per poter andare in onda.
Dello stesso periodo è l’accordo per legarsi al Network “Retequattro” del gruppo editoriale Mondadori. Una collaborazione all’avanguardia che dà modo all’emittente di trasmettere in Liguria parte del palinsesto della rete e condividere il tasto n. 4 del telecomando! Lo stesso tipo di collaborazione si ripete negli anni ’90 con Odeon Tv.
Nel 1994 il marchio cambia trasformandosi nell’attuale Telenord. Contemporaneamente prende campo la strategia di creare un legame diretto tra programmi e personaggi delle tv nazionali e quelli delle emittenti locali.
Il pubblico è subito sedotto da sportivi e giornalisti del calibro di Fulvio Collovati, Ettore Andenna, Gianni Barabino, Niels Liedholm, Vujadin Boskov, Xavier Jacobelli, Beppe Dossena, Maurizio Mosca , Franco Scoglio e infine Aldo Biscardi, che commentano e animano le trasmissioni sportive. Attualità e politica sono in mano a due pezzi da novanta come Vittorio Sgarbi e Vittorio Feltri.
L’idea vincente premia Monti.
Telenord diventa anche trampolino di lancio per personaggi destinati al successo televisivo, come Susanna Torretta, Micaela Calcagno, Marika Ceregini, Enzo Melillo, Alberto Pastanella, Giorgia Wurtz, questi ultimi, oggi, sono tutti volti noti sulle reti nazionali.
Nel decennio 1988-1998, Telenord inaugura le redazioni di Savona, di La Spezia e di Sanremo, con il pieno funzionamento del Telegiornale e del Televideo. Programmi di intrattenimento e news diventano sempre più importanti all’interno della programmazione dell’emittente, dimostrando la capacità di fare informazione e intrattenimento di qualità.
Alla fine del 2003 Telenord si trasferisce nel cuore della città.
La sede è prestigiosa e ricca di nuove tecnologie: tre studi televisivi da dove si trasmettono in diretta i programmi, un centro di post-produzione interno dove è possibile realizzare spot, documentari, filmati aziendali, tutto in digitale.
Si mostra al grande pubblico un modo nuovo di fare televisione.
Dal 2004 in poi  lo staff è in continua crescita, sempre nell’ottica di informare in modo puntuale e di fare intrattenimento di qualità.
Giornalisti e opinionisti sportivi creano una redazione tra le migliori e preparate del panorama radiotelevisivo. Giulio Vignolo, Gianni Vasino, Edoardo Bozano, Piero Sessarego, Enrico Nicolini, Maria Grazia Barile, Paola Balsomini, Pinuccio Brenzini, Claudio Onofri, Giorgio Garbarini, Fabrizio Pianetti, Enzo Gambaro e Beppe Nuti sono i volti delle trasmissioni sportive dell’emittente.
Nel 2005 l’arrivo di Paolo Lingua porta una ventata di novità nella rete. Assume la direzione del Telegiornale e riorganizza, da subito, servizi e rubriche giornalistiche. Fabrizio Cerignale, Federica Costella e Jessica Nicolini sono i giornalisti, giovani e appassionati, che lo aiutano nell'”impresa”.
Da Savona, Simona Rosso porta avanti la redazione con lo stesso spirito e uguale entusiasmo.
L’informazione del mattino è invece curata da Giovanna Rosi, giornalista tra le più amate dal pubblico.

Fra i volti “storici” che accompagnano Telenord fin dagli esordi, Franca Lai, che con le sue  trasmissioni rappresenta un legame significativo tra passato e presente.
Sempre all’avanguardia, nel 2006 Telenord inaugura il Televideo che, 24 ore su 24, informa con news regionali e provinciali. Un altro servizio importante è quello che l’emittente garantisce ai comuni e agli enti liguri, mettendoli finalmente in contatto con i cittadini tramite una piattaforma internet.
Da tempo l’amministratore unico di Telenord è Massimiliano Monti, che dopo aver affiancato il padre Alberto nella direzione dell’emittente, sale sul ponte di comando con nuove idee e strategie di mercato vincenti.
Ma Telenord informa anche via web, con il primo portale web video news, streaming live 24 ore completo di tutti i servizi del palinsesto.
Il progetto iniziato da Alberto Monti a metà degli anni Settanta, viene realizzato quarant’anni dopo dal figlio Massimiliano, che con abilità ha saputo mettere a frutto le intuizioni del padre, ristrutturando la rete con innovazione e tecnologia, senza dimenticare l’entusiasmo e lo spirito pionieristico degli esordi.
Il successo quotidiano in termini di ascolti è la prova concreta che la strada intrapresa è quella giusta.
Nel 2012 Telenord si specializza nell’informazione live: 8 ore al giorno di diretta e 4 ore al giorno di calcio.
Nel 2014 è l’unica televisione nel panorama regionale che tratta il calcio di serie A con esclusive dai ritiri, presentazionie delle squadre e speciali di Genoa e Sampdoria.
Oggi, 2016, l’emittente, presente su digitale terrestre, web, app, social networks, propone  un’offerta in grado di soddisfare tutti i gusti:

  • 8 ore al giorno di diretta per informare e intrattenere il pubblico ligure
  • lo sport, con il calcio 4 ore al giorno: l’unica emittente regionale che attraverso i volti conosciuti di Pruzzo, Onofri, Dossena, Michieli, Barile, Brenzini, Garbarini, Gambaro, Nicolini riesce a dare una visione completa della giornata sportiva, gli highlights, i commenti, le interviste
  • top player a livello nazionale con il Derby del Lunedì alle ore 21.00 diffuso su 16 emittenti regionali collegate via satellite
  • due nuovi format nazionali Transport e SaluteSanità vengono prodotti settimanalmente e diffusi su tutto il territorio nazionale. Condotti in studio da Matteo Cantile offrono una overview a 360° sul mondo dei trasporti e logistica e sulle eccellenze del sistema sanitario pubblico e privato
  • Pronto Telenord con il contatto diretto con gli ascoltatori per parlare dei problemi della regione
  • naturalmente l’informazione, dalle 7 alle 24 tutti i giorni 4 edizioni del notiziario sempre aggiornate
  • portale web regionale telenord.it con oltre 200 news quotidiane in collaborazione con Liguria News
  • dati Auditel in crescita, nel 2015 unica emittente ligure presente con un totale di ascolti che conta 71.500 co e 890 am

Una nuova sfida è appena iniziata e di certo Telenord è ancora una volta protagonista.