Poste Italiane e Guardia di Finanza insieme per la legalità e la trasparenza

Contrasto all’evasione, alle frodi fiscali, agli illeciti in materia di spesa pubblica, alla criminalità economica e finanziaria, al riciclaggio, alla falsificazione e alle frodi concernenti i sistemi di pagamento attraverso la condivisione del patrimonio informatico di Poste Italiane.

Sono questi i principi cardine del Protocollo di intesa che Matteo Del Fante (Ad di Poste Italiane) e Giorgio Toschi (Comandante Generale della Guardia di Finanza) hanno firmato oggi. In questo modo, Poste Italiane conferma la sua grande attenzione e sensibilità per la cultura della legalità e della trasparenza, principi fondamentali per lo sviluppo del Paese. L’azienda, poi, si appresta a chiudere il 2017 anche con un altro importante risultato: 50 milioni di pacchi consegnati nelle case degli italiani che hanno acquistato on line.