Toti senza filtri: «La Liguria non può ospitare altri profughi»

“Posso immaginare come i cittadini di Multedo non siano felici per l’arrivo dei migranti ma stiamo affrontando un tema che non è né ligure, né genovese ma strettamente nazionale”: lo ha affermato il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, in piazza De Ferrari per la prima del Carlo Felice parlando dell’arrivo di dodici stranieri nel quartiere del ponente genovese.

Ospitalità “Per evitare l’arrivo di nuovi migranti è necessario bloccare le partenze dalla Libia ma finchè questo non avverrà gli sbarchi non cesseranno. La nostra Regione – ha aggiunto Toti – non può ospitare altri profughi, abbiamo già fatto la nostra parte”.

Problematiche – Il presidente della Regione ha poi “difeso” il Comune: “Sta gestendo situazioni sulle quali ha poco potere. Tutti faremo la nostra parte per diminuire al massimo i disagi dei residenti sperando che il nuovo Governo possa trovare una situazione al problema”.