Footbal Avenue 2017 si sposta a San Siro. Ludovica Mantovani: “Inter e Milan giocano in casa”

Football Avenue Business Development Forum giunto alla sua quinta edizione si svolgerà per la prima volta nel
tempio del calcio di San Siro in data 9 novembre. Un appuntamento strategico tra aziende leader e
referenti delle società di calcio professionisti che con incontri “business to business”
integrati da seminari e conferenze.
Dal 2013 FootballAvenue si impegna ad offrire questa opportunità unica di confronto, per dar vita ad una
nuova cultura del mondo calcistico italiano. Durante l’ultima edizione allo Juventus Stadium hanno preso parte
60 realtà tra Club calcistici italiani, internazionali, Federazioni, Leghe e Associazioni.
L’ormai consolidato format prevede un primo incontro tra i partecipanti la sera prima al networking cocktail
dove, come da tradizione, vengono consegnati i Footballavenue Awardai Club che si sono distinti in diversi settori:

Award
Online ContestBest Season Ticket Campaign, la miglior campagna abbonamenti 2017-18
Best Pre-season Training Camp, miglior ritiro estivo per il team e per i tifosi
Best Facilities during Matchday; acquisto biglietti, ingressi facilitati, customer service

Confrence&Workshop
Il lancio della Digital Purchasing Platform,la razionalizzazione dei processi di acquisti dedicata ai Club di calcio
The Pitch, realizzazione e manutenzione dei campi da gioco

 

Foreign investments in Italian Football,Il calcio italiano: la sua storia, il nostro appeal
“FootballAvenue, la strada del calcio, approda quest’anno nello Stadio di San Siro,
Tutti i partecipanti potranno scoprire l’area hospitality rinnovata dopo la Finale di Champions League.
Inter e Milan “giocano in casa” per quest’edizione, spiega Ludovica Mantovani, Director Europe, che ci vede
impegnati non solo nel contattare tutte le realtà coinvolte, ma sopratutto nel lancio della nuova
Purchaising Platform, per ottimizzare il lavoro dei responsabili ufficio acquisti tutto l’anno.
Entusiasti per questa nuova avventura non ci dimentichiamo di chi ci ha accolti per quattro anni.
Un grande ringraziamento a tutto lo staff dello Juventus Stadium, che ci ha fatto sentire speciali sin dalla prima edizione.”