Crotone, tabù da sfatare. Giampaolo sceglie il silenzio, Praet sente profumo di Nazionale

Se non altro la sconfitta dello scorso anno al Ferraris servirà alla Sampdoria per non sottovalutare questo sabato il Crotone. Vero è che si trattò di una partita stregata, con la squadra di Giampaolo subito in vantaggio grazie al sontuoso gol di Schick, che aveva aggirato l’attuale difensore blucerchiato Ferrari sfidando le leggi della fisica, ma poi fermata dalla traversa di Praet in occasione del potenziale raddoppio. I calabresi presero coraggio e alla fine si portarono a casa i tre punti, nonostante gli assalti finali di una Samp sbiadita ma non pallida.

La vittoria sull’Atalanta, frutto dell’ennesima rimonta, ha proiettato Zapata e compagni nelle zone nobili della classifica, quelle che valgono un posto in Europa e per di più con una gara in meno, quella con la Roma, con cui potrebbe configurarsi un doppio confronto nel giro di pochi giorni a gennaio. Andata e ritorno nella stessa settimana, roba che avrebbe fatto infuriare Sarri, nemico giurato dei calendari varati dalla Lega calcio. Ma lasciamo perdere, la Sampdoria deve concentrarsi sul prossimo appuntamento contro la squadra di Nicola e lo farà al termine di una settimana in cui Giampaolo ha avuto a disposizione tutti gli effettivi, tranne il giovane difensore Andersen, che si è allenato a parte.

 

A centrocampo rientra Barreto, probabile staffetta tra lui e Linetty, che partirà invece titolare martedì sera con l’Inter. Torreira e Praet in questo momento sono intoccabili, con il belga che sente addirittura il profumo della Nazionale maggiore in vista dei Mondiali in Russia. Persiste in porta il ballottaggio tra Puggioni e Viviano, con il primo nettamente favorito. A questo punto è probabile che il portiere titolare torni in campo dopo la sosta di novembre, in occasione degli spareggi per Russia 2018. Gli ultimi nodi saranno comunque sciolti nel corso della rifinitura, al termine della quale Marco Giampaolo non effettuerà la tradizionale conferenza stampa pre partita, affidando le sue impressioni della vigilia ai microfoni di Samp tv. Un modo, forse, per non disperdere forze ed energie in previsione della classica partita in cui la Sampdoria ha soltanto da perdere.

 

Arbitrerà Calvarese, con Manganelli addetto al Var.