L’ex grillina De Pietro abbandona i Verdi. Il Sole non ride più

Dopo Bartolomeo Pepe e Paola De Pin, ex senatori del MoVimento Cinque Stelle che avevano scelto di rappresentare i Verdi in Parlamento in questa legislatura in cui il Sole che ride era rimasto senza rappresentanti, se ne va anche la terza ex grillina che, nel suo percorso politico, era diventata Verde: la genovese Cristina De Pietro, unica eletta pentastellata ligure a Palazzo Madama.

Cristina, avvocatessa e sorella dell’ex consigliere comunale del MoVimento Stefano De Pietro, aveva abbandonato la compagnia nell’ottobre del 2014, a un anno e mezzo dalle elezioni, per poi passare al Misto.

Due anni abbondanti di Misto-Misto per poi diventare, sempre all’interno del gruppo Misto di Palazzo Madama, capogruppo (di sè stessa, vabbè) della componente della Federazione dei Verdi al Senato, unica parlamentare del Sole che ride delle due Camere.

Ieri, il nuovo addio.

Dopo una presenza molto “curiosa”: addirittura, il sito della Federazione dei Verdi non ha mai dato conto dell’adesione di Cristina al partito, a differenza ad esempio per quanto avvenuto con Pepe, De Pin e con l’eurodeputato, ex grillino pure lui, Marco Affronte, oggi indipendente nell’eurogruppo Verde, festeggiati con tutti gli onori. Almeno finchè ci sono stati.

Invece, la povera De Pietro è stata trattata un po’ come il brutto anatroccolo, senza festeggiamenti, nè onori. Fino all’addio di ieri.

E, così dopo undici mesi con Cristina, il Sole parlamentare non ride (e non splende) più.

MaLu