Troppi incidenti a Genova: in arrivo modifiche per il codice della strada

«Nelle strade urbane non è possibile avvalersi di sistemi che ci aiutino a ridurre il pericolo. e servono strumenti che funzionino da deterrente.La velocità pericolosa è la prima causa di incidenti in città Sarà di grande aiuto per far fronte alle criticità segnalate da molti cittadini in tema di sicurezza stradale». E’ quanto affermato dal vicesindaco e assessore alla mobilità del Comune di Genova Stefano Balleari sul disegno di legge presentato dal senatore Roberto Cassinelli per permettere ad alcuni Comuni – tra i quali Genova – modifiche del codice della strada che consentano l’utilizzo di sistemi di rilevazione elettronica della velocità.

«Saremo la prima Amministrazione in Italia a richiedere un adeguamento normativo nazionale – sottolinea Balleari – Alcune arterie cittadine, come per esempio via Adamoli, corso Europa e via Righetti, sono particolarmente a rischio e misure come quelle contenute nel disegno di legge del senatore Cassinelli rappresenterebbero un valido supporto alle azioni che il Comune ha già inserito nel Piano di mobilità».

«Tra queste vorrei ricordare gli attraversamenti sonori a raggi infrarossi, le “lanterne pedonali” con un timer per sapere quanto tempo rimane per arrivare dall’altra parte del marciapiede e i rilevatori di velocità sulla Sopraelevata e in lungomare Canepa, a lavori ultimati. Queste strade non sono considerate “urbane” e, per quanto riguarda la Sopraelevata – conclude – abbiamo registrato una consistente diminuzione degli incidenti».