Non pagare il taxi può costare carissimo

Il mondo è pieno di tipi strani, ma la storia andata in scena ieri notte in via Assarotti le batte tutte.

Un uomo prende il taxi – È buio da un pezzo quando un uomo decide di rincasare con il taxi: la corsa finisce all’altezza di via Assarotti ma al momento di pagare il passeggero si rifiuta. Il tassista, sbalordito, chiama la Finanza.

Che imprudenza… – Fin qui sembra una normale querelle notturna ma quando gli agenti arrivano emerge una complicazione inattesa. Il passeggero non poteva essere sul quel taxi perché, essendo agli arresti domiciliari per una vecchia rapina, avrebbe dovuto trovarsi a casa.

Guai seri – Dunque lo strano cliente, che avrebbe avuto tutto l’interesse a passare inosservato vista la sua condizione, ha barattato qualche Euro di taxi con un giro sulla berlina sportiva della Guardia di Finanza con direzione caserma.

Ancora domiciliari – Gira che ti rigira il rapinatore a cui la corsa in taxi non era piaciuta (e che comunque alla fine ha pagato…) è tornato ai domiciliari dopo un nuovo processo per direttissima: che dite, ora resterà in casa?