Ericsson, Pastorino: “Così il trasferimento a Erzelli diventa un massacro occupazionale”

“Il 24 luglio scorso ho partecipato all’iniziativa dei lavoratori Ericcson davanti all’azienda degli Erzelli per protestare contro le decine di licenziamenti, peraltro avvenuti nel modo più bieco mediante l’invio di lettere notificate alle ore 20 di venerdì 21 luglio. Ora, trascorsi neanche due mesi, la strategia aziendale della multinazionale svedese si ripete nel suo copione più…

Continua la lettura su Genova Post