Antiterrorismo, coinvolta anche la Festa dell’Unità

“Dissuasori per impedire il transito di vetture o furgoni non autorizzati e un aumento considerevole di servizi svolti da poliziotti, carabinieri e militari dell’esercito in divisa e investigatori in borghese”: sono le misure anti terrorismo adottate nella riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per rendere sicura la Festa dell’Unità che inizierà il 24 agosto in piazza Caricamento. Nel vertice, che si è svolto in Prefettura hanno presenziato il sindaco di Genova Bucci e l’assessore comunale alla Sicurezza Stefano Garassino.

Festa – I responsabili del Partito Democratico dovranno presentare un piano di sicurezza che preveda adeguate vie di fuga fra gli stand della Festa. Alla riunione è stato anche deciso di rinforzare la presenza di questi dissuasori dove già ci sono (via Cairoli, via Garibaldi, via San Lorenzo e porto Antico) e di installarne di nuovi lungo le intersezioni di corso Italia, con particolare all’ingresso del golfetto di Boccadasse.