“Abbiamo conquistato la Regione, ora vogliamo Genova”: Maurizio Lupi a sostegno di Bucci

“Il centrodestra unito ha conquistato la Regione, adesso vuole Genova e La Spezia”: così Maurizio Lupi, onorevole e capogruppo alla Camera dei Deputati di Alternativa Popolare, ha parlato del turno di ballottaggio in programma domenica prossima. Lupi dopo il sostegno a Marco Bucci, ieri era a La Spezia per Pierluigi Peracchini.

Cosa fa un sindaco – “Un buon amministratore si occupa della sicurezza, della manutenzione delle strade, dei giardini, del futuro della città. Vincere a Genova e poi a La Spezia non significa mandare a casa un governo, questo cade se manca la fiducia. Ovvio che se in entrambe le città il centrosinistra dovesse perdere qualche riflessione dovrebbe farsela”.

Ius soli – Nella visita genovese Maurizio Lupi ha affrontato molti temi di carattere nazionale tra cui la legge sulla cittadinanza: “Bisogna essere più realisti e meno tifosi, affrontando le sfide con l’intelligenza. Alla Camera abbiamo portato Ius Culturae, un elemento determinante all’interno dello Ius Soli che permette l’acquisizione della cittadinanza a tutti gli studenti che hanno concluso un percorso di studi, che condivide la nostra cultura. Per quanto riguarda lo Ius Soli, non è automatica la cittadinanza legata alla nascita ma ci debbono essere condizioni precise. In Senato, invece, ci auguriamo ci sia un confronto come c’è stato alla Camera e la Lega Nord ritiri tutta la serie di emendamenti”.

Consip – Infine Lupi si è soffermato sull’azzeramento dei vertici di Consip: “Condivido la posizione espressa dal ministro dell’Economia. Le inchieste giudiziarie facciano il loro corso e le indagini devono andare avanti. Ha fatto bene Padoan ad azzerare i vertici e a difendere l’Agenzia delle Entrate, un organo molto importante”.