G7 Trasporti: il 21 e 22 giugno a Cagliari la riunione dei Ministri

Il 21 e 22 giugno 2017 Cagliari ospiterà il primo G7 Trasporti a presidenza italiana, presieduto dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio.
Le delegazioni arriveranno nel capoluogo sardo mercoledì 21, mentre i lavori entreranno nel vivo il giorno successivo nella cornice dell’Ex Manifattura Tabacchi di Cagliari, scelta per essere la sede di questo G7. Oltre al Ministro Delrio, saranno presenti: Marc Garneau, Ministro dei Trasporti del Canada; per la Francia Élizabeth Borne, Ministro incaricato al Ministero della Transizione economica e solidale; Alexander Dobrindt, Ministro Federale dei Trasporti e delle Infrastrutture Digitali della Germania; in rappresentanza del Giappone Keiichi Ishii, Ministro per il Territorio, le Infrastrutture, i Trasporti ed il Turismo; per il Regno Unito Chris Grayling Segretario di Stato per i Trasporti; Elaine Chao, Segretario di Stato per i Trasporti degli Stati Uniti, il Commissario per i Trasporti della Commissione Europea Violeta Bulc.
Diversi i temi sul tavolo di questo summit: il G7 italiano per la prima volta porrà la domanda sulla sostenibilità sociale, economica, ambientale delle infrastrutture. Le infrastrutture di trasporto hanno un valore sociale per i Paesi del G7? Rappresentano un problema per i territori o un’opportunità? Verrà inoltre approfondito il ragionamento sulla guida automatica, introdotto al G7 in Giappone, e i Ministri dovranno anche chiarire attraverso quali misure si stiano preparando ad essa e alle strade intelligenti che dovranno ospitarla.
Tre le sessioni previste: quella mattutina verterà suolo sociale delle infrastrutture, la sostenibilità e la programmazione; al pomeriggio si parlerà di condivisione delle migliori pratiche di infrastrutture e trasporti sostenibili; concluderà l’incontro la sessione su tecnologia e guida connessa e automatizzata. Allestita a margine, nello stesso luogo, una mostra realizzata dal Mit con ItaliaCamp, “G7Gallery”, sulle migliori pratiche italiane emerse in una specifica call “Nice to Meet You G7”.