Trasporti: il Consiglio dei Ministri dà il via libera alla nascita del colosso Fs-Anas

Da diverso tempo erano ormai note le difficoltà economiche da parte di Anas, ma il Consiglio dei ministri, nella giornata di oggi, ha deciso l’incorporazione di Anas in Ferrovie dello Stato. Lo prevede una norma del decreto che accompagnerà la manovrina da 3.4 miliardi di euro ancora in lavorazione fra Tesoro e Palazzo Chigi. L’obiettivo di questo nuovo gruppo è diventare polo nazionale delle infrastrutture, e di essere volano per gli investimenti. Secondo le stime del governo la fusione tra Fs e Anas garantirà fino a 7.2 miliardi di euro di investimenti pubblici e privati. La potenza che ne verrà fuori potrà contare su numeri molto importanti: 16.700 chilometri di strade, 64 milioni di tonnellate di merce e 600 milioni di passeggeri per quanto riguarda Fs, mentre Anas porterà i suoi 26 mila chilometri di strade, 11 mila ponti e 1300 gallerie.