Save: 20% della società a Marchi, il restante a fondi esteri

La nuova società che controllerà Save, il gruppo che gestisce l’aeroporto di Venezia, sarà al 20% del presidente e a.d. di Save, Enrico Marchi, al 40% della Peif II gestita dalla tedesca Deutsche Asset Management, e al 40% della francese InfraVia. È quanto emerge dal patto parasociale della nuova società (Bidco). Il patto prevede che, comunque, Marchi abbia una serie di poteri: sarà il primo presidente del cda della Bidco e designerà 3 dei nove componenti del board. Considerando che per alcune materie le delibere dovranno essere approvate con almeno 7 voti di fatto in alcuni si potranno creare le condizioni per una sorta di potere di veto. Marchi resterà anche presidente di Save, così come Monica Scarpa continuerà a ricoprire il ruolo di amministratore delegato della società aeroportuale.