Giornate più lunghe, dal weekend cambia l’ora

C’è chi lo ama e chi lo odia. E’ il cambio dell’ora che nella notte fra sabato 25 e domenica 26 vedrà variare di un’ora in avanti. L’ora legale porta con sé giornate più lunghe ma anche un po’ di nervoso in più. Alle 2 di notte di domenica le lancette degli orologi dovranno essere spostate un’ora avanti (potete farlo prima di andare a letto naturalmente, se i vostri dispositivi sono meccanici. Mentre per smartphone, pc e tablet sarà tutto automatico: basterà essere connessi a internet). Questo significa che dormiremo 60 minuti in meno del previsto.

Le giornate si allungano, è vero, ma domenica 26 perdiamo un’ora di sonno. Un ‘effetto collaterale’ che molti non sopportano. Se aggiungiamo poi i sintomi che il cambio stagionale induce comunemente sul nostro stato psicofisico (stanchezza, depressione, sonnolenza), allora l’ora legale potrebbe diventare sinonimo di malessere. Nessuna paura comunque, si smaltisce tutto in una manciata di giorni, e a quel punto potremo davvero godere delle conseguenze positive del cambio dell’ora: una su tutte, uscire dall’ufficio con il sole ancora alto. E con il mare ad un passo, non è poco.