Preziosi ai contestatori: “Lasciate stare la squadra sino alla salvezza, il mio ciclo è finito”. Deciso il ritiro

Intervenuto in esclusiva a Telenord nel corso di “We are Genoa”, il presidente Preziosi ha risposto al comunicato della tifoseria organizzata che annunciava la contestazione alla squadra al Signorini di Pegli: ” Quando il Genoa vince la squadra è dei tifosi, quando perde è di Preziosi. Non ho mai contestato le loro posizioni, sono liberi di farsi sentire però chiedo un armistizio sino a salvezza raggiunta. E soprattutto di lasciare stare la squadra, dovrò portarla lontano da casa”.

Preziosi aggiunge: “Io affronto tutti, anche chi mi odia. Sono pronto a prendermi le uova marce e i pomodori, ma ribadisco: lasciate stare la squadra. Quando raggiungeremo la salvezza matematica nominerò un advisor per la cessione. Fino ad ora ho incontrato almeno 50 avventurieri. Sono pronto a farmi da parte, se arrivasse un compratore serio gli farò meno di un prezzo. Non ho perso entusiasmo, mi darò ancora da fare ma datemi il tempo. Cosa posso fare per evitare la vergogna di questi tifosi? Mandare il Genoa in bancarotta? Lo riconosco, il mio ciclo è finito ma faccio ugualmente tutto per il Genoa”.