No al Referendum sull’Articolo 18

No al Referendum sull’Articolo 18: lo ha deciso oggi la Corte Costituzionale chiamata ad esprimersi sulle proposte avanzate dalla Cgil su alcuni quesiti referendari legati al Jobs Act.
E’ stato invece ammesso il referendum sui cosiddetti Voucher, sistemi di pagamento previsti dalle normative più recenti.

Il testo della Consulta – Nell’odierna camera di consiglio la Corte Costituzionale ha dichiarato: ammissibile la richiesta di referendum denominato “abrogazione disposizioni limitative della responsabilità solidale in materia di appalti” (n. 170 Reg. Referendum); ammissibile la richiesta di referendum denominato “abrogazione disposizioni sul lavoro accessorio (voucher)” ( n. 171 Reg. Referendum); inammissibile la richiesta di referendum denominato “abrogazione delle disposizioni in materia di licenziamenti illegittimi ” (n. 169 Reg. Referendum). E’ quanto riporta la nota della Consulta.