Urbanistica, approvata in commissione la riforma del settore

“Prosegue l’opera di semplificazione amministrativa e sburocratizzazione della Regione Liguria. E’ stata approvata oggi in Commissione la più grande rivoluzione urbanistica mai avvenuta in Liguria che migliorerà l’operatività non solo dei Comuni, aumentandone l’autonomia, ma anche dei cittadini e delle imprese, con un dimagrimento delle procedure per dare nuova linfa al comparto edilizio. La nostra è un’amministrazione che non sta ferma ma pedala verso lo sviluppo e anche questa legge, in attuazione del Growth Act (Legge quadro sulla crescita), lo dimostra”: così il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, dopo che la IV Commissione Territorio e Ambiente ha approvato il disegno di legge n. 96 della Giunta proposto dall’assessore all’Urbanistica Marco Scajola

Urbanistica – “Con questo disegno di legge – ha spiegato l’assessore Scajola – manteniamo un’altra promessa fatta nei primi mesi del nostro mandato, con l’approvazione del Growth Act. Il rilancio delle materie urbanistiche era atteso da anni dal territorio e rappresenta una vera rivoluzione nell’edilizia, settore che, dopo anni di crisi, riceverà un nuovo impulso. In sostanza, questo testo modifica cinque leggi regionali esistenti rendendole più snelle, facilmente applicabili, riducendo i costi per cittadini e imprese e ottimizzando i tempi. Grazie a lavoro svolto di ascolto e concertazione, abbiamo recepito completamente le osservazioni del Cal, che aveva condizionato a questo il suo parere favorevole. Durante le audizioni – conclude – sono state inoltre raccolte molte delle proposte avanzate da Ance Liguria, collegio dei Geometri, Confedilizia e Confagricoltura”. Per il presidente della Commissione, Andrea Costa “questa legge va incontro alle esigenze dei cittadini e degli imprenditori che spesso si scoraggiano di fronte ai mille adempimenti burocratici e a tempi lunghissimi da affrontare prima di poter iniziare i lavori”.