Eco, Barilli e gli altri, neo-avanguardisti d’antan

“Non ricorderemo Umberto Eco in generale ma come animatore dei nostri incontri. Ricordo bene che qui alla Spezia si trovò a fare i conti con aspetti moderni, testi illeggibili, discuteva ed entrava nella polemica e se non sarà con noi è solo perché non c’è più”. Da un’avanguardia all’altra il professor Renato Barilli, critico d’arte e letterario e storico docente…

Continua la lettura su Città della Spezia